Siamo ciò che mangiamo: meno grassi per una vita più sana

Nella frenetica vita quotidiana, un’alimentazione sana diventa ogni giorno un problema sempre più urgente. La preoccupazione della società per il cibo che consuma cresce ulteriormente.

Gli ingredienti di cibi e bevande sono ora spesso monitorati dai consumatori e la maggior parte delle persone preferisce cenare in ristoranti che offrono cibo pulito e sano ai propri clienti.

Il dottor Birol Saigu dell’Università di Baykoz sostiene che gli esseri umani mangiano almeno 70.000 volte nella loro vita, il che significa che ingeriscono circa 25-30 tonnellate di cibo.

Perché i sottaceti aiutano con i postumi di una sbornia?

“L’assunzione di cibo non è solo una semplice funzione quotidiana, ma una parte essenziale della salute e della felicità umana”, spiega Saig, che afferma che i semi oleosi svolgono un ruolo vitale nella nostra alimentazione.

Poiché tutti gli organismi viventi hanno bisogno di energia per sopravvivere, il grasso è il nutriente che fornisce più energia con 9 kilocalorie per grammo.

Dovrebbero essere usati oli vegetali

Saig sottolinea che, per una dieta sana, il 30% dell’apporto energetico giornaliero dovrebbe provenire dai grassi. I grassi supportano le funzioni corporee se consumati ai livelli raccomandati. Per una corretta alimentazione è necessario consumare i livelli di grassi consigliati e mantenere questo equilibrio.

A questo scopo, la carne rossa e i prodotti a base di carne contenenti grassi saturi, il latte intero e i latticini dovrebbero avere meno spazio nella dieta e dovrebbero essere utilizzati principalmente oli di frutta e vegetali.

La dieta cheto cura l’infertilità, l’autismo, il parkinson

Nella dieta è necessario ridurre la quantità di grassi saturi e aumentare uniformemente la quantità di grassi insaturi.

L’importo non deve essere superato

Inoltre, Saig sostiene che i semi oleosi (noci, pinoli, semi di zucca, mandorle, pistacchi, semi di sesamo, arachidi, semi di girasole) sono ricchi di vitamine del gruppo B, minerali, olio e proteine, suggerendo che il consumo di questi alimenti dovrebbe essere preso in considerazione a causa del il loro contenuto di grassi più elevato rispetto ad altri alimenti.

Sottolinea che mangiare una manciata di questi alimenti al giorno è essenziale per mantenere la salute.

Saig afferma che i benefici dei cibi grassi sono molteplici, elencandone alcuni:

Gli alimenti di origine vegetale non contengono colesterolo, che si trova solo negli alimenti di origine animale. Non è inoltre presente nei semi oleosi come noci, nocciole, mandorle e arachidi.

Una ricetta con i fichi rinnoverà tutto il tuo corpo

Oliva, girasole, sesamo, semi di cotone, noci, nocciole, arachidi, soia e mais occupano un posto di primo piano negli oli vegetali.

Aumentare gli acidi grassi omega (n-3) nella dieta aiuta a prevenire la malattia coronarica. Questi acidi grassi devono essere assunti con il cibo. L’acido linoleico (n-6) si trova nell’olio di girasole, nell’olio di mais, nell’olio di soia e nell’olio di arachidi.

L’acido linolenico (n-3) si trova nelle verdure a foglia verde, nell’olio di soia, nell’olio di noci, nel pesce marino grasso e nei frutti di mare. Mentre gli acidi grassi n-3 EPA e DHA, invece, si trovano nei prodotti acquatici e nel latte materno. Sono anche necessari per lo sviluppo della retina e del cervello.

I semi oleosi sono ricchi di vitamine idrosolubili del gruppo B, tiamina (B1), riboflavina (B2), niacina e acido folico, nonché di vitamina E, una delle vitamine liposolubili.

L’emicellulosa è una polpa parzialmente solubile. Riduce la pressione intracolonica, aumenta il volume fecale e aiuta a regolare la glicemia e a ridurre il colesterolo sierico.

Gli alimenti con il più alto contenuto di cellulosa sono i legumi, seguiti dai semi oleosi (mandorle, noci, arachidi), crusca di cereali integrali, verdura e frutta. La quantità di cellulosa nella dieta quotidiana dovrebbe essere di 25-30 grammi.

I fichi aiutano le donne incinte e le persone con ipertensione

Il porridge dietetico è il componente principale dei prodotti dietetici in termini di creazione di una sensazione di sazietà.

I frutti a guscio duro (noci, nocciole, mandorle) sono ricchi di cellulosa, necessaria per il funzionamento dell’apparato digerente.

Ammorbidiscono le feci attirando acqua e prevenendo la stitichezza.

Grazie al loro contenuto di fibre solubili, hanno un impatto positivo sulla salute in termini di regolazione dello zucchero nel sangue, abbassamento dei livelli di colesterolo e protezione dalle malattie cardiovascolari.

La vitamina E, presente in grandi quantità nel frutto dal guscio duro, agisce come una trappola per i radicali liberi nella membrana cellulare attraverso un effetto antiossidante e previene l’ossidazione dei grassi insaturi, vitali per l’integrità cellulare.

Questo effetto protettivo, essenziale per la salute di tutte le cellule, aiuta anche a prevenire molte malattie come il cancro e le malattie cardiovascolari.

Questi alimenti possono essere utilizzati nella dieta come alternativa ad alimenti come carne e uova per prevenire le malattie cardiovascolari grazie al loro alto contenuto energetico ma anche all’assenza di colesterolo.

Potassio, calcio e magnesio sono minerali importanti per il controllo della pressione sanguigna.

A causa dell’alto contenuto di potassio e magnesio, ma del basso contenuto di sodio dei semi oleosi, l’assunzione giornaliera raccomandata può essere efficace nel controllare la pressione sanguigna.

Nel frattempo, i pazienti ipertesi dovrebbero consumare semi oleosi non salati. /

Metti mi piace anche su Facebook, dove troverai tante altre letture utili e interessanti per tutti!