Alimenti che possono aiutare ad alleviare i sintomi dell’asma

La ricerca mostra che una dieta sana ed equilibrata può aiutare ad alleviare i sintomi dell’asma

Sebbene non esista un alimento magico per curare l’asma, alcuni cambiamenti nella dieta possono aiutare a ridurla e a tenerla sotto controllo sintomi dell’asma. In generale, un piano alimentare sano e vario è benefico per l’asma, afferma Holly Prehn, dietista registrata e specialista di supporto nutrizionale certificato presso l’Università di Los Angeles. Ospedale dell’Università del Colorado a Denver.

La dieta può avere un effetto positivo sui sintomi dell’asma

In una revisione sul ruolo del cibo nella gestione dell’asma pubblicata nel Nutrientisi precisa che dieta occidentale tradizionale – che contiene molti cereali raffinati, carne rossa, carne lavorata e dolci – può aumentare l’infiammazione e peggiorare i sintomi dell’asma, mentre una dieta ricca di frutta e verdura può influenzare positivamente sia il rischio che il controllo dell’asma.

– Una dieta ricca di frutta e verdura, nonché di grassi monoinsaturi e polinsaturi (in particolare l’acido eicosapentaenoico omega-3 – EPA) e con un basso contenuto di zuccheri aggiunti e carne lavorata e rossa è generalmente migliore per il trattamento dell’asma – afferma Kelly Jones, dietista registrata. , titolare dell’azienda Nutrizione di Kelly Jones con sede a Newtown, Pennsylvania.

Una dieta mediterranea, basata su molti grassi sani (come l’olio d’oliva), pesce, cereali integrali e frutta, funziona, dice. Ci sono anche alcune prove preliminari che suggeriscono che sarebbe così seguire questa dieta potrebbe effettivamente essere collegato a tassi più bassi di asma, secondo uno studi.

Vale la pena notare che alcuni alimenti possono anche peggiorare i sintomi dell’asma. La dottoressa Elizabeth Secord, pediatra specializzata in allergie e immunologia presso il Children’s Hospital of Michigan a Detroit, consiglia di tenere un diario alimentare per comprendere la connessione tra dieta e sintomi. Ad esempio, potresti scoprire che i cibi piccanti causano sintomi di reflusso simili ai sintomi dell’asma.

Infine, quando si parla di alimentazione e asma, sovrappeso o obesità dovrebbero essere parte della conversazione, dice il dottor Secord. Secondo una revisione, le persone obese potrebbero non rispondere bene al dosaggio standard per l’asma. Altre ricerche collegare l’obesità con esiti peggiori dell’asma, forse perché l’infiammazione causata dall’obesità contribuisce al restringimento delle vie aeree. Prove preliminari suggeriscono che per le persone con asma che sono in sovrappeso o obese, perdere peso può aiutare a ridurre i sintomi dell’asma. Gli studi hanno dimostrato che gli adulti moderatamente e gravemente obesi con asma non controllata che hanno perso il 10% o più del loro peso corporeo hanno sperimentato miglioramenti significativi nel controllo dell’asma.

E ricorda, mentre i cambiamenti nella dieta possono aiutarci a gestire i sintomi dell’asma e possono ridurre la gravità dei sintomi che presentiamo, nessuna dieta dovrebbe sostituire i farmaci o altri trattamenti prescritti dal medico per controllare l’asma. I cambiamenti nella dieta da soli non possono curare l’asma, ma alcuni alimenti possono aiutare a ridurre i sintomi dell’asma.

– Mele e arance

Se vuoi alleviare i sintomi dell’asma, inizia a integrare più frutta nella tua dietadice Prehn. Il frutto è una buona fonte di beta carotene e vitamine C ed E, che possono ridurre l’infiammazione e il gonfiore dei polmonidicono Clinica Mayo.

Recensione pubblicata in Nutrienti afferma che il motivo per cui il frutto ha questo effetto non è noto, ma sembra esserlo hanno dimostrato che le mele e gli agrumi (comprese le arance) in particolare riducono il rischio e i sintomi dell’asma. Lo studio ha concluso che mangiare due porzioni di frutta (più cinque o più porzioni di verdura) al giorno per due settimane ha portato a un migliore controllo dell’asma rispetto al consumo di meno porzioni.

– Salmone

Quando si parla di asma, non tutti i grassi sono uguali. Jones afferma che i grassi monoinsaturi e polinsaturi, in particolare gli acidi grassi omega-3, possono essere utili. Ad esempio, secondo uno studio, i bambini che mangiavano più burro e fast food avevano anche maggiori probabilità di soffrire di asma.

Gli acidi grassi Omega-3, d’altro canto, sono stati collegati alla riduzione dell’infiammazione nelle persone con asma, afferma lo studio. E i pesci grassi, come il salmone, sono ricchi di acidi grassi omega-3 benefici.

– Il pesce grasso ha un ruolo antinfiammatorio grazie al contenuto di omega-3 EPA – afferma Jones. L’EPA, un tipo di omega-3, ha la precedenza sull’acido alfa-linolenico (ALA), un altro tipo di omega-3 presente in alcune fonti vegetali, come noci, semi di chia e semi di lino. Il corpo deve convertire l’ALA in EPA e spesso non lo fa in modo efficiente, spiega.

Inoltre, secondo il National Institutes of Health (NIH), il salmone è una delle migliori fonti di vitamina D, con il 71% del nostro fabbisogno giornaliero in una porzione da 85 grammi. Mantenere i livelli di vitamina D può aiutare con i sintomi dell’asma.

– Fagioli

Un microbioma intestinale sano potrebbe aiutare a ridurre l’asma e altri disturbi autoimmuni. Secondo una recensione, ci sono prove che gli alimenti ricchi di fibre promuovono la crescita di batteri intestinali sani associati a un minor rischio di disturbi infiammatori, inclusa l’asma.

È importante notarlo le persone con asma dovrebbero consumare fagioli con moderazione, poiché una quantità eccessiva di questo alimento può aumentare il rischio di gas e gonfiore, il che può peggiorare la condizioneha dimostrato la ricerca.

– Zenzero

Lo zenzero non solo può calmare il mal di stomaco, ma è anche in grado di farlo contribuire ad alleviare i sintomi dell’asma. Questo perché alcuni componenti dello zenzero possono aiutare a rilassare le vie respiratorie, ha concluso uno studio.

Karen Smith, dietista registrata ed esperta di diabete da Comitato dei medici e Barnard Medical Center a Washington, D.C., consiglia di aggiungere un po’ di radice di zenzero fresca alle verdure saltate in padella servite su riso selvatico. In questo modo, otterrai i benefici dello zenzero, dei nutrienti e delle fibre del riso, dice.

– Curcuma

Famosa per la sua tonalità giallo brillante, la curcuma è un ingrediente base nella cucina indiana ed è ampiamente utilizzata nella medicina tradizionale cinese e dell’Asia orientale per disturbi respiratori e altri disturbi, secondo Centro nazionale per la salute complementare e integrativa (NCCIH). La curcuma è una pianta della famiglia dello zenzero.

Gli studi condotti sui topi lo indicano il principio attivo della curcuma, la curcumina, può aiutare a ridurre l’infiammazione delle vie aeree asmatiche. Sebbene l’NCCIH osservi che sono necessarie ulteriori prove per determinare in modo definitivo i potenziali benefici per la salute della curcuma.

– Spinaci

Le verdure a foglia verde, come gli spinaci, sono ricche di vitamine e minerali, ma contengono anche acido folico (una vitamina del gruppo B), secondo il NIH. Il folato può essere particolarmente importante per le persone con asma. I ricercatori hanno scoperto che i bambini che non assumevano abbastanza folato e vitamina D avevano quasi 8 volte più probabilità di sperimentare uno o più attacchi di asma gravi rispetto ai bambini che mangiavano abbastanza entrambi i nutrienti.

– Sergente

Anche se non è facile aprire e pulire questo frutto pieno di semi, ne varrà la pena – Il melograno offre una buona dose di antiossidanti che possono aiutare a ridurre l’infiammazione nei polmoni. Secondo la recensione pubblicata su Nutrientifrutta e verdura ricche di antiossidanti possono aiutare a ridurre l’infiammazione delle vie respiratorie.

Jones dice che è intelligente includere cibi ricchi di antiossidanti nella nostra dieta, come i melograni. Anche il succo di melograno può aiutare. Uno studio sugli animali ha trovato un legame tra il succo di melograno e piccole quantità di danni ai tessuti polmonari.

– Succo di pomodoro

I pomodori sono ricchi di antiossidanti e poveri di calorie, il che li rende una preziosa aggiunta alla nostra dieta per l’asma. Ma non è tutto – il succo di pomodoro può anche aiutare le vie respiratorie a rilassarsi, questa è la conclusione degli studi sugli animali. Recensione pubblicata in Nutrienti ha anche citato ricerche precedenti che lo hanno scoperto il succo di pomodoro, che contiene l’antiossidante licopene, aiuta gli adulti affetti da asma a liberare le vie respiratorie dopo una settimana di consumo.